Trekking itinerario 3
Via ferrata Alle Cascate di Fanes ( 1.400 )

di Cristian Voltarel
E-Mail: cristianv@alfa.it

Le pagine sono ottimizzate per una risoluzione di 800 x 600 .
Cliccando su alcune foto si puo' avere un' ingrandimento.

Il gruppo e' formato da 3 persone, rispettivamente da sinistra:
Lucio Marhesan (la guida),  Teddy Buciol e Cristian Voltarel
- Novenbre 1999 -




Incominciamo subito con un bellissimo tempo di pioggia gi dalla mattina. Fortunatamente, si fa per dire, c'e' uno spiazzo per parcheggiare la macchina e una casetta ( vedi foto in alto ) che ci permette di prepararci senza bagnarci troppo. Il sentiero incomincia da qua, come si vede dalla cartina in fondo alla pagina, un sentiero facilissimo e tra le altre cose mezzo anche asfaltato. Per arrivare alla Via Ferrata si passano 2 ponti di legno come quello fotografato qui a fianco.
Dopo qualche ora, sempre sotto la pioggia, si arriva alla Via Ferrata. Questa volta ci prepariamo l'imbragatura riparandoci sotto un'albero. Un vero peccato che la giornata sia cos grigia, perch il paesaggio molto bello ma i colori purtroppo sono un p spenti.
Finalmente incomiciamo, moschettone dopo moschettone, proseguiamo con difficolt praticamente nulla. Il primo tratto non molto esposto e poi il sentiero abbastanza largo che si potrebbe far a meno di agganciarsi, comunque per sicurezza sempre meglio farlo.
Gi ci si pu immaginare che cosa ci aspetta dietro a questa curva, si intravede una cascata e Lucio sembra dire: " muovetevi! Guardate che meraviglia!!! " La foto non rende come quando eravamo la, ma il sentiero passa diero e vi assicuro che passarci dietro una sensazione unica: si sente un forte rumore dell'acqua che cade, aria da tutte le parti, poi un' odore che non saprei descrivere. La cascata alla base sar larga 6-7 metri provate ad immaginare che cosa vuol dire passarci dietro...


Il sentiero continua scendendo e salendo attraverso il Rio di Fanes...



Home Page